E.R.I.M.

  • Emettitore Ritmico Impulsivo Magnetico, è un oggetto che ho scoperto leggendo di una persona, il cui ingegno e spirito di scoperta lo fanno paragonare a un moderno Leonardo Da Vinci, questa persona si chiamava Pier Luigi Ighina, nato il 23 Giugno 1908, si è spento nel Gennaio del 2004, nella sua vita è stato l’aiutante segreto di Guglielmo Marconi

Le informazioni reperibili su questo oggetto sono poche ma fondamentali, e grazie all’osservazione e all’intuizione aprono un mondo di scoperte tutte nuove.

Si basa su delle teorie che rivoluzionano totalmente alla radice tutti i principi scientifici e morali su cui si basa la civiltà odierna.

Tutto parte dall’energia solare che scende in senso orario, incontra la terra e si riflette su di essa. L’energia solare quando è riflessa muta in energia terrestre e da positiva diventa negativa. La stessa forza di gravità è dovuta al fatto che la pressione esercitata dall’energia solare è 3/4 più forte rispetto a quella terrestre che è di 1/4, l’energia terrestre è più debole perché è un risultato della prima che l’ha creata.

Attraverso queste energie si crea tutta la materia conosciuta ed è per questo che l’ERIM è capace di grandi cose.

Cosa sappiamo dell’ERIM:- è un antenna in alluminio- si basa su 3 colori giallo, verde, (azzurro-blu)- le spirali hanno un angolo di 36°- serve a bilanciare il bioritmo dell’utilizzatore e a migliorare lo stato di salute- il bioritmo si bilancia più velocemente con l’imposizione delle mani sulla zona verde senza toccare le spirali a una distanza di 10-15 cm- con la luce solare sfrutta il suo pieno potenziale

– l’acqua se posta vicino alle spirali verdi a una distanza di 10-15 cm si energizza.

Considerazioni sul funzionamento i colori sono disposti in un certo modo per un motivo preciso, non solo sono pieni di significato,  ma rappresentano una vera e propria frequenza:

Rotazione oraria Emettitore Ritmico Impulsivo Magnetico

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è FRONT.gif

         Colore Giallo ( rappresenta l’energia solare positiva, l’energia primigenia creatrice della materia, che si muove con moto destroso discendente )

         Colore Verde ( rappresenta la materia, che si forma dall’incrocio delle due energie solare e terrestre, il colore delle piante sulla terra )

         Colore Blu ( rappresenta l’energia terrestre negativa, è la seconda energia generata dalla riflessione della prima energia solare, essendo riflessa cambia senso di rotazione e diventa sinistroso, ascendente, essendo riflessa è quantitativamente inferiore all’energia solare )

l’ERIM è interamente colorato e non solo le spirali, è il motivo è il seguente, il colore aiuta a sintonizzare su una determinata vibrazione, i colori sono infiniti ed esistono infinite vibrazioni. Anche il suono è vibrazione e in un esperimento è stato provato che se si fa vibrare una corda di un determinato strumento e se ne tiene un altro a distanza immobile, la corda del secondo strumento vibra perché entra in sintonia con la prima dell’altro strumento.

Quindi la deduzione del colore è che l’intera zona colorata di un colore ha delle frequenze perennemente attive che trasmettono su tutta la superficie e nell’ambiente circostante entro un certo raggio d’azione, per questo non ci sono spazi di colore vuoto.

Il materiale è estremamente importante perché anch’esso ha una vibrazione prima di essere coperta dallo strato di colore e usare materiali differenti produrrebbe diversi effetti, l’alluminio, resta il materiale adatto all’erim, sostituirlo con altri potrebbe comprometterne il funzionamento.

In quello costruito, le uniche parti non colorate sono le teste dei bulloni d e dadi, una barra filettata, in (rame o ottone o bronzo amagnetici) la loro superficie resta effettivamente piccola e la sua vibrazione non sovrasta quella dell’alluminio circostante. Inoltre ce un dato che sfugge alle ricerche scientifiche ufficiali ma che è un dato reale, ogni corpo ha un corpo eterico, un’aura invisibile all’occhio nudo e un oggetto spostato nello spazio mantiene una “traccia fantasma” di questo corpo eterico, a quanto ho scoperto so che per la forma vibratoria dell’alluminio, questo metallo non mantiene la traccia fantasma e lascia scorrere liberamente il flusso eterico senza creare condense, forse questo è un altro dei dati che lo rende il materiale più adatto e anche il materiale con la quale lo scienziato di frontiera ha costruito la maggior parte delle sue apparecchiature.

Perché le spirali hanno un angolo di 36°? Anche la forma di un oggetto rappresenta la sua vibrazione e aiuta a propagarla nel modo desiderato.

La spirale è la forma dell’energia, riportata in natura e nei fenomeni più straordinari, come la forma delle galassie, i cicloni, i mulinelli, la struttura delle conchiglie (Nautilus), i fiori, persino il fuoco, l’elettricità, gli atomi che si scontrano producono movimenti a spirale. I 36° gradi a parer mio sono una spirale sintonizzata sull’energia dell’uomo, perché?

Per il semplice fatto che il corpo umano ha 5 estremità principali, la testa, due braccia e due gambe,le mani e i piedi hanno 5 dita ciascuna, in più la testa è il centro di riferimento dei 5 sensi materiali. Eseguendo il disegno di una stella a 5 punte, si ottiene un angolo di 36° prendendo uno qualsiasi degli angoli al vertice.

Queste scoperte sono state tutte fatte da Pierluigi Ighina, abbiamo  solo seguito la strada che lui e altri avevano già spianato per chiunque ricercasse la verità in queste considerazioni.

I commenti sono chiusi